Viaggiare - Diari di Viaggio

GALLES 2011
Croeso y cymru (benvenuto in Galles)



(testo e foto di Ivana Vegetti)

Partenza: 22 luglio 2011 Km: 71.560
Ritorno: 14 agosto 2011 Km: 65.649
Percorsi: Km: 4.014
Mezzo: Elnagh Big Marlin) Ford Transit 2005 T.D

Equipaggio:

Matteo
Ivana
Sparky (Maltese)


VENERDI’ 22 LUGLIO 2011: Cantù – Basilea (Svizzera) Km: 307

Finalmente si parte!!!
Dopo aver visto l’anno scorso la Scozia, che ci ha conquistato il cuore, la nostra scelta di quest’anno è stata il Galles. Il contakilometri segna 71.560 e sono le 23:08.
Alla dogana in Svizzera troviamo già coda, come tutti gli anni; ma per fortuna questa volta la scampiamo.
Ci fermiamo verso le 2 in un autogrill vicino a Basilea.

SABATO 23 LUGLIO 2011: Basilea (Svizzera) – Calais (Francia) Km: 785

Matteo si sveglia verso le 5 e si rimette già in moto.
Dopo qualche ora, a Matteo cala la palpebra e ci fermiamo per un paio d’ore. Alle 11 circa ripartiamo.

Anche quest’anno evitiamo le autostrade francesi e passiamo da Saarbrucken in Germania, da Arlon in Lussemburgo e dal Belgio. In questo modo paghiamo solo 9 euro contro 70.
Ci fermiamo per il pranzo in una bella area pic-nic a Namur, poi riprendiamo il viaggio e arriviamo a Calais per le 19. Per scrupolo facciamo controllare il passaporto di Sparky, e ci confermano che è tutto ok.
C’è un vento fortissimo e fa anche freddo. Ceniamo e alle 22 ci addormentiamo.

DOMENICA 24 LUGLIO 2011: Dover (Inghilterra) – Monmounth (Galles) Km: 360

Sveglia alle 6:15. Ci dirigiamo verso l’imbarco molto prima rispetto all’ora prenotata e fortunatamente ci imbarcano un'ora prima, alle 7:20. Dopo aver messo il pannolino a Sparky, tanto per stare più tranquilli, andiamo subito a fare colazione, naturalmente con la mitica "breakfast" inglese salata.
Arriviamo a Dover alle 8:30 locale (1 ora in meno); tiriamo in dietro gli orologi e ci buttiamo subito in autostrada. Matteo si abitua subito alla guida a sinistra.
Il viaggio prosegue senza intoppi, e dopo aver superato il breve Severn Bridge, alle 13 circa siamo già in Galles e ci accoglie il cartello:

CROESO Y CYMRU
(benvenuto in Galles)

Visitiamo subito la Tintern Abbey. Ci sono 3 parcheggi vicino, e un responsabile molto gentile ci aiuta a parcheggiare.
La prima cosa che colpisce dell’abbazia è la sua maestosità e la posizione in cui si trova: in mezzo a prati di un bellissimo verde e accanto al fiume Wye. Non mi stupisce che abbia ispirato artisti e poeti.
La costruzione risale al 1131 e le rovine sono tra le meglio conservate di tutta la Gran Bretagna.

Ci lasciamo avvolgere dall’atmosfera romantica del luogo….e immaginiamo la vita nei monaci cistercensi che lo abitavano……molto suggestivo!
Direi un ottimo inizio di vacanza.
Riprendiamo il viaggio e andiamo nella vicina Monmouth, a soli 15 km dall’abbazia. Troviamo posto al campeggio Monnow Bridge, praticamente in centro. E’ un piccolo campeggio ma con tutte le comodità. Piazziamo il camper e andiamo subito a fare un giro.
Monmouth è una cittadina attraversata da due fiumi con un piccolo ponte medievale del 1270, l’unico rimasto in Gran Bretagna.

Tintern Abbery

Attraversando il ponte si accede alla cittadina e alla via principale, Monnow Street, piena di negozi e pub. Lungo la via incrociamo una galleria piena di localini (Beaufort Arms Court), tra cui un caffè pieno di torte fatte in casa e di tavolini e divani su cui rilassarsi (Henry’s).

Ponte a Monmounthy


 

 

Robin Hood Inn
124 Monnow Street

Siccome è dalla colazione di stamattina che non mangiamo, verso le 16:30 decidiamo di andare a fare uno spuntino in un pub segnalato dalla guida:

Nel “beer garden” gustiamo una birra locale, abbastanza leggera e delle buone patatine fritte. Il locale è frequentato da famiglie, anziani e giovani. Il resto della serata lo passiamo al campeggio rilassandoci sulle nostre sdraio.

LUNEDI’ 25 LUGLIO 2011: Monmouth – Aberfran Km: 73

Sveglia alle 7 per dare le pastiglie a Sparky.
E’ da maggio che lo curiamo perché è diventato epilettico e probabilmente sarà in cura tutta la vita.
Poi ci gustiamo la prima colazione nel nostro camperino, naturalmente con pane nutella e latte macchiato.
Alle 9 lasciamo il campeggio e andiamo a visitare il Raglan Castle. Siamo i primi a entrare, e quindi siamo da soli. Il castello risale al 1400 ed ha perfettamente mantenuto tutte le mura, circondate dal fossato, e le torri, con dei magnifici merletti, che percorriamo fino in cima per ammirare il panorama sulla campagna attorno.

Raglan Castle

Scatto un sacco di foto e poi ci dirigiamo ad Abergavenny. La giornata è splendida, con un leggero venticello. …....perfetta per girare.
Parcheggiamo in centro, vicino al Bailey Park. In realtà ci sarebbe il divieto per i mezzi oltre le 2,5 tonnellate ma, visto che ci sono altri due camper rischiamo. Paghiamo per restare 3 ore.
La cittadina è davvero frizzante, con tanti negozi, fiori appesi. Hanno anche un mercato coperto nella Market Hall, ma oggi è chiuso. Mi perdo tra i negozi, in particolare in uno specializzato in articoli da cucina, e che ha prezzi davvero competitivi rispetto all’Italia.

Cooks Galley
6 Nevill Street

Per pranzo, su consiglio della guida proviamo il King’s Arms.
Matteo prende un sandwich di pane a fette con bacon, pollo, pomodoro, lattuga e maionese e uno stufato di manzo e birra coperto da pasta sfoglia con purè di patate e piselli; io prendo le jacket potatoes (patate grosse con la buccia lessate) servite aperte con prosciutto affumicato, miele e mostarda e un fish & chips; birra e coca. Tutto molto buono e al costo più che onesto di 22 euro.

King’s Arms
29 Nevill Street

http://www.kingsarmsabergavenny.co.uk/

Sono le 14:30 quando lasciamo Abergavenny, per andare a Brecon. La guida parla di una bella cattedrale.
Lungo la strada ci fermiamo nei dintorni di Crickhowell, alla Black Mountains Smokery, per comprare del pesce affumicato. Il negozio è piccolissimo e al pubblico non vendono molti prodotti. Inoltre i prezzi sono molto alti; si parla di 60 sterline al kg per il salmone. Decidiamo di prendere un pacchetto da 100gr e di provare lo sgombro affumicato, che costa meno.

Black Mountains Smokery
http://www.smoked-foods.co.uk/

Arriviamo a Brecon e parcheggiamo in centro. L’impatto con la cittadina non è dei migliori; ci sono un sacco di negozi sbarrati o chiusi. Andiamo a vedere la cattedrale, ma della struttura originale è rimasto ben poco ed è stata completamente ristrutturata. Le uniche cose originali un fonte battesimale del 1097 e un antico sistema d’illuminazione, in altre parole una torcia in pietra con trenta incavi scolpiti che contenevano l’olio per illuminare gli angoli bui o i gradini della cattedrale. Lasciamo Brecon e vista l’ora, le 17, cerchiamo un campeggio per la notte.
Lungo la A470 per Swansea, troviamo una farm campeggio ad Aberbran. Ci piazziamo su un bel prato con mucche e pecore vicino. Il posto è molto rilassante e tranquillo, nonostante non siamo soli.
Ci rilassiamo, ceniamo e ci svaghiamo con un film.

MARTEDI’ 26 LUGLIO 2011: Aberbran - Rhossili Km: 102

Anche oggi ci svegliamo con un bel sole e un cielo azzurrissimo. Oggi la nostra metà è la penisola di Gower.
Seguiamo la A40 per Swansea e poi deviamo sulla A4067 panoramica. Incontriamo tanti piccoli laghi e ci fermiamo in un view point per fare qualche foto.
Arrivati nei dintorini di Swansea, facciamo una deviazione lungo la A484 perché vediamo un grosso cartello che segnala una “farm shop”. Il negozio non è grandissimo ma è molto fornito di prodotti locali, come verdura, frutta, uova, burro salato, formaggi, dolci, marmellate, ecc….Compriamo un po’ di tutto; il burro si rivelerà davvero eccezionale.
Compriamo anche dei mini muffin con crema al burro….me li sogno ancora di notte da quanto erano buoni.

Farm shop
N 51° 39.316' W 4° 01.442'
Riprendiamo la strada per la penisola di Gower, e vista l’ora ci fermiamo per pranzo lungo Cranberry Lane a Reynoldston in un view pojnt con vista sulla penisola, con attorno un sacco di mucche che si riposano.
(N 51°35.331' W 4°10.804')
Ci sono molti sentieri da percorrere a piedi e vediamo anche molti artisti in cima alle colline che dipingono il
paesaggio.


Vorremmo fermarci sulla penisola per 2 giorni, e proviamo a cercare un posto al Three Cliffs Bay Holiday Park, che si trova proprio sopra alla medesima spiaggia, ma purtroppo è tutto prenotato.
Ci segnalano qualche campeggio, ma anche questi sono tutti pieni. L’unico libero è il Pitton Cross vicino a Rhossili. Decidiamo di fermarci qui anche se la spiaggia e il mare sono a 3 km di distanza.
Chiacchieriamo un po’ con il proprietario, un simpatico signore anziano che ama l’Italia e che va spesso in vacanza sul lago di Como e di Garda.
Piazziamo il camper e ci godiamo lo splendido pomeriggio di sole. Per cena ci facciamo un bel BBQ.
Ci godiamo la serata all’aperto giocando a carte e poi tutti a nanna.

MERCOLEDI’ 27 LUGLIO 2011: Rhossili

La notte è trascorsa bene e la giornata comincia con un bel sole caldo.
Per colazione proviamo i “crumpets”, che sono tipo dei pancakes alti che vengono scaldati alla piastra e poi spalmati di burro, marmellata o nutella….per non perdere nulla proviamo tutte le varianti…ottimi!!!!
Stamattina facciamo una gitarella alla Rhossili Bay, una delle spiagge più belle del Galles, che dista circa 3 km dal campeggio. Ci andiamo in bici, e l’andata è quasi tutta in salita. Il piccolo Sparky è con Matteo nello zaino in spalla….fa proprio ridere.
Arriviamo al park della spiaggia, lasciamo le bici e percorriamo circa 1 km su prato per arrivare al promontorio Worm’s Head. Il posto è davvero bello e la vista si perde anche sulla bellissima e grandissima Rhossili Bay. L’oceano bacia questo luogo magico, che sembra separarsi da tutto il resto.
Ci divertiamo a far correre e giocare Sparky.
Si può accedere alla spiaggia sia dal park sia da un sentiero pedonale segnalato accanto alla chiesa. Il costo del park a camper per tutto il giorno è di 5 sterline.
Il ritorno al campeggio è notevolmente più veloce e divertente….tutto in discesa…..
Per pranzo ancora BBQ, con salsicce e costolette di agnello (davvero una carne eccezionale).
Nel pomeriggio Matteo si fà una pennichella mentre io mi faccio avvolgere dal sole e dalla leggera brezza che non mi fa sentire il caldo. Cena, passeggiata per il campeggio con Sparky e nanna.

Rhosili Bay Worm’s Head

GIOVEDI’ 28 LUGLIO 2011: Rhossili – Tenby Km: 125

Stamattina mi sveglio con la fronte ustionata dal sole di ieri, e si sta anche gonfiando, che male!!!!
Il cielo è leggermente nuvoloso; facciamo colazione; carico e scarico e poi partiamo in direzione Tenby.
Lungo la strada ci fermiamo al Kidwelly Castle, un castello del 1106 ben conservato; saliamo anche sulle torri e camminiamo lungo le pareti per ammirare il panorama.
Noterete che la cittadina ha come simbolo il gatto nero: sembra che dopo la peste del 1600, il gatto sia stato la prima creatura che hanno avvistato; per questo motivo è onorato e diventa il simbolo di salvezza della cittadina. Proseguiamo per Carmarthen, su segnalazione della guida, per provare il loro prosciutto locale, che si trova solo qui….e noi siamo curiosi. Parcheggiamo non proprio in centro, ma a circa dieci minuti a piedi. Il paese è pieno di negozi e locali; il mercato locale si svolge al chiuso. Cerchiamo l’unica bancarella che vende il prosciutto, e chiediamo di assaggiarlo. Per niente buono…..solo tanto salato….
La leggenda locale dice che ai romani piacque talmente tanto che portarono la ricetta in Italia………per me hanno sbagliato strada o glie l’hanno rubata…..per fortuna nostra.
Un’atra leggenda, più affascinante, dice che qui nacque il Mago Merlino e che nel 1660 piantarono una quercia in suo onore che avrebbe protetto la città fino alla sua morte, che avvenne intorno al 1970. La città c’è ancora ma effettivamente non gode più di molta prosperità.
Per pranzo ci fermiamo al Laugharne Castle nella bella area pic-nic. (N 51.768826 W 4.46281) Laugharne Castle

Nel tardo pomeriggio arriviamo a Tenby, ma i parcheggi sono pieni e così decidiamo di trovare un campeggio. Ne giriamo ben 3 ma o sono pieni o non accettano cani o solo roulotte. Per fortuna troviamo posto al Well Park, con un bel prato enorme dove ci piazziamo. Per cena BBQ con pork chops (braciole di maiale) marinate da stamattina nella salsa Teriyaki (gustosa salsa giapponese)…gnam gnam!!!!
Anche oggi un’altra bella giornata di sole.

VENERDI’ 29 LUGLIO 2011: Tenby – Nolton Km: 90

Stamattina vogliamo visitare Tenby, ma prima andiamo alla vicina Saundersfoot, una piccola cittadina che abbiamo visto ieri mentre cercavamo il campeggio. Ci si arriva con una strada con pendenza del 12%, dalla quale si ha una bella vista sul molo e sulla baia. Parcheggiamo in centro e mentre Matteo prova a pescare in mare, io e Sparky giriamo per i negozi.
Dopo un’oretta e mezza Matteo torna e così possiamo spostarci a Tenby. Parcheggiamo in South Beach.
In dieci minuti, costeggiando la passeggiata accanto alla spiaggia, arriviamo in centro passando da una delle antiche porte erette dai normanni. Tenby si trova in una magnifica posizione, proprio all’accesso del Pembrokeshire Coast National Park, una riserva costiera dai diversi paesaggi, come scogliere a picco, dolci baie, insenature nei fiumi, ma anche monumenti storici di grande fascino.
La cittadina è piena di gente, fiori, colori, negozi di tutti i tipi, pub, panetterie………e facciamo subito uno spuntino con due "pie" salate di carne, ancora calde. Buone!
Passeggiamo tra le viette e arriviamo al coloratissimo porticciolo, dove si apre la baia con una bella spiaggia (sempre con la bassa marea), il tutto attorniato da casette vittoriane. Mi scateno con la macchina fotografica e poi saliamo per Castle Hill, dove la vista spazia su tutta la costa e sulla vicina Isola di St Catherines’s, raggiungibile a piedi con la bassa marea. Dal porto di Tenby, partono molte escursioni in barca, per uscite di pesca, avvistamenti foche e balene, o per una gita alla Caldey Island, una piccola isola abitata da monaci, che sopravvivono producendo profumi e biscotti. Per pranzo ci gustiamo un buon fish & chips da:

D Fecci & Sons
Lower Frog Street

Il porto di Tenby

Dopo Tenby, facciamo una breve sosta al vicino Manorbier Castle, arroccato su una spiaggia, piena di bimbi che giocano e fanno il bagno. Poi percorriamo la A4139 e la B4319 fino a Bosherston per vedere il promontorio St Govan’s Head. Il parcheggio è molto grande e già di suo panoramico. Vediamo subito la piccola cappella costruita nella fenditura di una scogliera. La leggenda dice che mentre un uomo irlandese era inseguito da banditi, la roccia si aprì e lo avvolse per nasconderlo e come ringraziamento, l’uomo fece costruire la cappella.
Poi passeggiamo intorno al promontorio ammirando gli splendidi panorami sulla costa e sulle spiagge…l’acqua è davvero splendida…ci sono anche molti appassionati di arrampicata su roccia che scalano la famosa parete Huntsman’s Leap (Salto del cacciatore) e ci fermiamo a guardarne qualcuno…è un posto davvero magnifico!!!

La cappella della leggenda

 

Vedute dal promontorio

A 3 km sempre sulla B 4319 direzione Castlemartin, si trova il parcheggio per le Stack Rocks, scogliere con due pilastri che emergono dal mare, e per il Green Bridge, un arco naturale scavato dalle onde. Bello!!!!
Proseguiamo per Pembroke e ci fermiamo a vedere il castello, ma solo da fuori perché è già chiuso; parcheggiamo in Northgate Street, subito prima del Mill Bridge. Ne approfittiamo anche per fare una piccola spesa.
Si sono fatte le 18 e vogliamo trovare un campeggio. Seguiamo la A477 e poi la B4076 per Haverfordwest, poi deviamo sulla B 4341 fino al mare e risaliamo la costa per cercare un posto carino.

Green Bridge

Arriviamo al piccolo paese di Nolton e proprio a ridosso di una piccola spiaggia troviamo una farm per la notte, senza bagni e corrente. Molto carina la posizione e c’è anche un pub per bere o mangiare.
Per cena preparo i noodles con cipollotti, zucchine e straccetti di manzo. Gustosi! Il tutto accompagnato da una buona birra inglese BADGER.

Nolton

SABATO 30 LUGLIO 2011: Nolton – Fishguard Km: 60

Il sole splende sempre alto….verso le 10:15 lasciamo Nolton per andare a St David’s.
Lungo la strada ci fermiamo a fotografare la spiaggia immensa di Newgale, e le casette coloratissime di Solva.
Arriviamo a St David’s e ci fermiamo per un paio d’ore nel park del Bishop Palace. Accediamo al Bishop Palace e alla cattedrale tramite dei giardini collegati al parcheggio. La vista dei due edifici è molto affascinante, sia per la posizione sia per loro bellezza; li separa solo un piccolo fiume. Il Bishop Palace colpisce per i suoi archi e le decorazioni a scacchiera di colore viola-giallo. La cattedrale che risale al 1300 è magnificamente conservata, e internamente è ricca di sculture e decorazioni bellissime.

Solva


È stata costruita per non dare nell’occhio, ed effettivamente da nessun luogo del paese può essere vista.

Bishop’s Palace e Cattedrale

Uscendo dai giardini si arriva direttamente in centro, e subito veniamo accolti da una miriade di pub, negozi che ben circondano la piccola piazza.
C’è un piccolissimo negozio che vende delizie al cioccolato:

Chapel Chocolate
http://www.chapelchocolates.com/

Lungo High Street, c’è un negozio di gastronomia specializzato in prodotti locali. Naturalmente entro a curiosare ed esco con due birre, un paté di granchio e del pane.

St. Davids Food and Wine
http://www.stdavidsfoodandwine.co.uk/

Per pranzo andiamo sul mare a Porthgain, un piccolissimo villaggio di pescatori, con due gallerie d’arte e due ristoranti. Parcheggiamo proprio sul porticciolo e pranziamo da Shed, sui tavoli all’aperto.

Gustiamo cozze al brandy, pomodoro e panna; una zuppetta di Penclawdd cockles (piccoli molluschi locali) con panna pancetta e vino; insalata con mezza aragosta e patatine fritte; filetto di branzino con salsa alla vaniglia e patatine fritte; birra e acqua. Tutto ottimo e freschissimo, a 56 euro. Da provare!!!
Porthgain

The Shed
http://www.theshedporthgain.co.uk/

Dopo questa piacevole sosta, ci spostiamo verso Fishguard ma facciamo prima una deviazione per Strumble Head, un promontorio con un bel faro da cui si vede l’Irlanda. Per arrivarci percorriamo una stradina molto stretta e senza "passing place" come in Scozia; dopo circa 2 km la strada si stringe ulteriormente e viene segnalata come inagibile per mezzi lunghi…..e dirlo prima!!!! Noi superiamo i 7mt e a malincuore facciamo inversione.
Mi risollevo il morale, quando incrociamo un piccolo cottage con l’insegna: Miranda’s Preserves. Ovvero confetture, chutney, miele, curd. Ci fermiamo e tutti i vasetti sono ben disposti all’esterno; facciamo scorta anche per casa e lasciamo i soldi nella cassetta. Che figata!!!

Miranda’s Preserves
http://www.mirandas-preserves.co.uk/

Dopo poco arriviamo a Fishguard. In internet avevo letto che al Seaview Hotel avevano a disposizione 5 posti per camper; per curiosità abbiamo chiesto e ci hanno dato conferma: a notte con uso dei bagni dell’hotel, 10 sterline.
A noi però serve il campeggio per scaricare, e cerchiamo il Fishguard Bay, che avevo trovato in internet. La stradina per arrivarci è strettissima, ma per fortuna non incontriamo nessuno. Si rivela un bellissimo campeggio, proprio sulla scogliera, ben attrezzato. Ci piazziamo e ne approfittiamo per fare una lavatrice. Per cena ci gustiamo un BBQ, poi facciamo un bel giro del campeggio, da dove si hanno splendide vedute su Fishguard e sulla costa. Di ritorno al camper, Sparky fa amicizia con un cagnolino e noi ci intratteniamo con il suo padrone, un omone “gallese” (guai a dirgli che sono inglesi) con tanta voglia di parlare….molto simpatico!
Tutti a nanna!

DOMENICA 31 LUGLIO 2011: Fishguard – Llangelynin Km: 160

Stanotte ha piovuto, per la prima volta, e ci sveliamo con il cielo nuvoloso, ma non fà freddo.
Alle 10 lasciamo il campeggio e proseguiamo lungo la A487. Facciamo una breve deviazione a Newport per vedere un dolmen, ma la strada per arrivarci è troppo stretta e come ieri, lo segnalano troppo tardi….quindi retromarcia e proseguiamo per Cenarth con la A487 e poi la B4332.
Cenarth è un piccolo villaggio con un antico ponte di pietra sul fiume e molte ripide e cascatelle. Capitiamo durante un festival locale, e quindi c’è un sacco di gente. Troviamo comunque parcheggio davanti al fiume, e diamo un’occhiata. Il paese è proprio piccolino; l’unica cosa da visitare è un mulino ad acqua del 1500 non più funzionante. Facciamo una passeggiata intorno al fiume e poi ripartiamo.
Facciamo una breve deviazione per St Dogmaels, per comprare, da un mulino del 1640 ancora funzionante, la loro farina.

Y Felin
St Dogmaels

http://www.yfelin.co.uk/

Risaliamo la costa sulla A487 fino ad Aberaeron, tipico paese di mare con un bel porticciolo colorato. Parcheggiamo in Beach Parade di fronte al mare e pranziamo. Poi, mentre Matteo prova a pescare dagli scogli, io e Sparky passeggiamo lungo il colorato porticciolo, pieno di localini e negozi.

Aberaeron

Dopo un paio d’ore ripartiamo, passando da Aberystwyth, frizzante cittadina universitaria in cui ci addentriamo per cercare posto per il camper ma purtroppo è tutto pieno e a malincuore continuiamo il percorso prima sulla A487 e poi sulla A493 passando dal paesino di mare di Aberdovey, anche qui non riusciamo a fermarci perché non troviamo parcheggio.
Data l’ora, quasi le 18, ci fermiamo in un bella farm campeggio poco prima di Llangelynin, sempre sulla A493. Per accedervi percorriamo una strada stretta in discesa, e la vista è davvero spettacolare. Siamo proprio di fronte al mare, su un bel promontorio. Ci godiamo il panorama e facciamo scorrazzare Sparky per un po’, fino a sfinirlo…..o siamo sfiniti noi??
Per cena preparo delle patate e cipolle arrosto con tanto Cheddar sopra (formaggio inglese). Un bel fim e poi si dorme.

Veduta del campeggio

LUNEDI’ 1 AGOSTO 2011: Llangelynin - Bala Km: 63

Questa notte ha piovuto ma per fortuna stamattina ha smesso. Lasciamo il campeggio verso le 10:30 in direzione Bala, dove ci fermeremo per un paio di giorni sul lago. Imbocchiamo quindi la A493 e poi la A494. Quest’ultima si rivela una strada molto bella, che scorre in mezzo a foreste di pini e distese di prati pieni di pecore. Verso mezzogiorno arriviamo a destinazione e
troviamo un bel campeggio a 5 minuti a piedi dal paese e dal lago. La coppia di proprietari è molto gentile e simpatica, e ci intratteniamo a chiacchierare una mezz’oretta.
La piazzola per il camper è bella grande e il campeggio ha tutte le comodità che servono. Andiamo subito a fare un giro in centro, anche per fare un po’ di spesa, e poi ci fermiamo a mangiare qualcosa in un pub.
Verso le 15 torniamo in campeggio e la proprietaria ci ferma per informarci che tramite loro si può ordinare la carne direttamente dalla farm. Ovviamente decidiamo per il sì, e ordiniamo carne per 2-3 giorni.
Il resto del pomeriggio mi rilasso al sole mentre sul fuoco sobbolle un buon ragù; nel frattempo Matteo naturalmente và a pescare (il permesso al giorno è di 4 euro).
Alle 19 arriva la carne ordinata; per la modica cifra di 16 euro riceviamo: 6 salsicce maiale e porri – 6 salsicce agnello e menta – 2 spiedini grossi di pollo e limone – 2 spiedini grossi di agnello marinato – 4 hamburger agnello e menta – 4 bistecche marinate. Prepariamo subito un BBQ e gustiamo spiedini e salsicce….veramente ottimi!!!

 

MARTEDI’ 2 AGOSTO 2011: Bala

Oggi ci svegliamo tardi, dopo le 10. Pioviggina per un paio d’ore ma andiamo comunque a fare un giro in centro per negozi. Nel pomeriggio Matteo torna a pescare……niente, i pesci non si vedono….
Nel frattempo io perdo un po’ di tempo in Internet e mi scrivo con qualche amica, poi passo a fare quattro chiacchere con la signora del campeggio.
Per cena sempre BBQ, poi passeggiata intorno al lago per smaltire tutto prima di andare a letto.

MERCOLEDI’ 3 AGOSTO 2011: Bala - Aberdaron Km: 99

Sveglia alle 9, colazione e verso le 10 siamo pronti a partire, ma prima salutiamo la simpatica signora con cui facciamo una foto ricordo e che mi abbraccia forte forte come una mamma….che tenera!!!!
Con la lacrima che scende, ce ne andiamo verso la Llyn penisola. Imbocchiamo la B4212 e poi la A487, fermandoci a Porthmadog. La B4212 è una bellissima strada, che mi ricorda molto la Scozia: prati immensi, fiori, pecore e piccole rocce che sembrano metter fuori il naso dalla terra come dei piccoli gnomi.

Tramonto a Bala


Peccato che non ci sia un view point per fermarsi e fare delle foto.
Verso mezzogiorno siamo a Porthmadog, parcheggiamo alla stazione. La via principale è piena di pub, panetterie, negozi di ogni genere, e termina al molo. Qui ci sono un sacco di bambini che pescano i granchi. Vorremmo fermarci in un pub segnalato dalla guida, ma non possiamo entrare con Sparky e così troviamo una panetteria, gastronomia JESSE’S, che prepara un sacco di baguette o sandwiches con qualsiasi ingrediente. Proviamo salmone e formaggio fresco; tacchino, pomodoro e maionese….molto buoni!

Jesse’s Sandwich Bar
75, High Street

Torniamo al parcheggio e lasciamo Sparky al camper per andare al supermercato Tesco.
Terminata la spesa, ripartiamo e dopo meno di 15 km ci fermiamo a Criccieth. La vista del paese arroccato sulla collina, con la spiaggia, il mare e il castello sul promontorio è davvero idilliaca.

Porthmadog

Parcheggiamo sul lungomare, e ci sono anche dei prati con tavoli da pic-nic. C’è un sacco di gente, anche in spiaggia; la giornata è davvero calda. Passeggiamo sul lungomare per arrivare al castello, che appare davvero imponente. Saliamo in cima e la vista da qui è davvero splendida. La spiaggia di ciottoli è lunghissima e profonda, la guida parla di 8 km, e l’acqua è davvero cristallina. Tutto questo contornato dal paese con le sue casette stile vittoriano, tutte color pastello: una cartolina.
Allontandosi dal mare, ci si perde tra le viette del centro ricche di negozi e locali, dove mangiare o bere.

Criccieth visto dal castello

Verso le 17 lasciamo questo splendida località, e risaliamo la penisola passando dal centro verso la costa opposta; passiamo dalla A497, poi deviamo sulla B4354 e sulla A499, per arrivare alla panoramica B4417 che ci porta fino a Nefyn. Attraversando immessi prati godiamo di bellissime vedute sulla costa e sul mare. Arrivati a Nefyn, proseguiamo sulla B4417 fino alle indicazioni per Porth Dinllaen, famoso per la sua spiaggia a forma di mezza luna. C’è un grosso parcheggio, dove ci fermiamo ad ammirare la spiaggia. Si può arrivare al piccolo paesino (solo 12 case) e alla spiaggia, percorrendo a piedi la spiaggia di Morfa Nefyn (che si trova proprio sotto al parcheggio), oppure passando dal campo di golf. Solo i residenti possono proseguire i n macchina.
Ci accontentiamo di vederlo da qui mentre ci gustiamo un gelato. (N 52° 56.152’ W 4° 33.493’)
Proseguiamo sulla B4417 e poi sulla B4413 fino ad arrivare ad Aberdaron. La vista del paese è come me la aspettavo: splendida! Con tutte le casette bianche e nere, sparpagliate sulle colline erbose, il mare che irrompe e la magnifica distesa di sabbia. Risalendo la parte opposta, troviamo la farm campeggio che avevo visto in internet, un semplice prato a ridosso di una scogliera. Ci piazziamo con il camper e vado subito a fare delle foto. Con Street View di Google avevo visto la strada che dalla farm scendeva al paese, uno scenario per me APOCALITTICO E MERAVIGLIOSO. La foto parla da sola…..E’ qui che vorrei che finissero le mie ceneri……..
Ci gustiamo la cena e il panorama, in compagnia di una mandria di mucche.

Porth Dinllaen

 

Aberdaron e le sue casette

GIOVEDI’ 4 AGOSTO 2011: Aberdaron – Llanidloes Km: 193

Questa notte la pioggia non ci ha abbandonato neanche un secondo, ma quello che ci svegliava erano le forti raffiche di vento; sembrava che si ribaltasse il camper. Stamattina pioviggina ma il sole è dietro l’angolo. Dopo aver fatto colazione, scendiamo a piedi al paesino. Non gli manca proprio niente; hanno 2 hotel, 1 supermercato, 1 panetteria, 1 pub e 1 caffè. La chiesa del 1100 è chiusa perché ci sono le confessioni, ma sbircio dalle finestre……giusto per sapere com'è, visto che quando ci tornerò sarò cenere.
E’ un posto che mi rapito il cuore!!!!
Ci rimettiamo in viaggio, verso il castello di Harleck e quindi ci lasciamo alle spalle la Llyn pensisola: un magnifico promontorio che s’incunea nelle acque oceaniche, e che regala magnifici scorci e angoli in cui ritirarsi con i propri pensieri……….
Imbocchiamo la B4413 per Pwllheli, poi la A497 e la A496. Già dalla strada si notano le possenti torri del castello. Proviamo a cercare un posto, ma i parcheggi sono troppo pochi e piccoli per i camper. Su consiglio della guida riesco a fotografare il castello dal punto migliore della cittadina, cioè in Ffordd Isaf, di fronte alla Maelgwyn House.

Continuando sulla A496 arriviamo a Dolgellau. Vista l’ora, ci fermiamo in un park lungo la strada, da cui si ha una bella vista sulla costa e sul mare. (N 52.81460 W 4.10348)

Harlech Castle
 

Passiamo da Barmouth, una località balneare con delle spiagge immense e un sacco di campeggi, con tante case mobili. La città è piena di gente, anche se sembra un po’ cupa, forse per le case di pietra dai colori scuri.
Arriviamo a Dolgellau e parcheggiamo subito dopo l’antico ponte del 1638. E’ una piccola città con oltre 200 edifici in pietra che sono preservati, e sono arricchiti da coloratissime composizioni floreali. Giriamo per un’oretta, e faccio acquisti in un piccolo negozio che vende oggetti per la casa, gioielli e giochi per bambini.

Medi Dolgellau
2-3 Heol y Bont

http://medi-gifts.com/en/index.aspx

La guida dice che qui producono un dolce locale, a base di miele, chiamato BUN. La pasticceria che lo produce è:
Popty’r Dref – Smithfield Street, ma li hanno esauriti stamattina e quindi non riusciamo ad assaggiarli.

Dolgellau

Lasciamo Dolgellau e attraversiamo lo Snowdonia National Park prima con la A470 e poi deviamo sulla A487 x Machynlleth. Lungo la strada, a Corris la guida segnala un villaggio di artigiani (soffiatori di vetro, vasai, ecc…) ma sono le 17 e non possiamo più entrare. Facciamo una piccola deviazione sulla B4405 per il lago Tal Y Llyn.
La guida dice che è famoso per le trote, e magari potremmo trovare un campeggio.

La discesa verso il lago è molto panoramica; le montagne sembrano avvolgere e cullare la strada; il lago è piccolo ma incastonato in una magnifica vallata. Non troviamo nessun campeggio e ci fermiamo solo per fare delle foto. Ritorniamo a Machynlleth, e proseguiamo per poco sulla A487, fino alla deviazione per Llanidloes sulla B4518, che chiamano “Narrow Mountain Road”, lunga circa 13 km.

Peccato che piova tanto, perché è una strada veramente bella; ci sono anche 3 view point in cui fermarsi a godere del panorama su laghi e vallate e un bel parcheggio con tavoli da pic-nic vicino al lago, con sentieri per passeggiare. (N 52.48106° W 3.58979°)
Arrivati a Llanidloes la pioggia smette e risplende subito il sole; seguiamo le indicazioni per un campeggio, e arriviamo alla farm Dol-Llys. Il posto è davvero bello; siamo immersi in una dolce vallata con un piccolo fiume che scorre nel mezzo…..in più ci accoglie un bellissimo arcobaleno…..
Matteo naturalmente si fionda subito a pescare, mentre io aggiorno il diario e preparo un sugo per la cena.
Ci godiamo il panorama e la bella serata; passeggiamo un po’ con Sparky e poi a nanna.

VENERDI’ 5 AGOSTO 2011: Llanidloes – Rhayader Km: 23

Sveglia con un bel sole. I prossimi giorni saranno molto rilassanti perché ci fermeremo in due diversi campeggi dove si può pescare.
Stamattina ci aspettano meno di 25 km per arrivare a Rhayader dove staremo per 2 notti al Wyeside Camping. La strada per arrivare a Rhayader, la A470, scorre in mezzo alla Elan Valley, una magnifica campagna punteggiata di pecore e piccole casette in pietra. Il campeggio si trova a 5 minuti dal centro, accanto al fiume. Purtroppo non hanno più piazzole per la corrente, ma per due giorni dovremmo farcela.
Piazziamo il camper e andiamo subito a fare un giro in centro. La cittadina è piccola ma carina; ci sono 2 piccoli supermercati, macellerie, panetterie e tanti locali dove mangiare.
Mentre rientriamo in campeggio incrociamo un fish & chips e visto che è ora di pranzo, lo acquistiamo d’asporto e lo gustiamo al camper. Io provo quello con gli scampi….molto buono!

Fish & Chips “Evans Place”
North Street

Nel pomeriggio Matteo và a pescare, mentre io mi rilasso al sole. Dopo un paio d’ore torna tutto acciaccato perché è scivolato come una “pera” nel fiume……per fortuna nulla di rotto…..si riposa all’ombra addormentandosi come un bambino.
Nel tardo pomeriggio facciamo una doccetta e poi un happy hour all’italiana con crudo, formaggio e olive…giusto per prepararci al BBQ di stasera, con il famoso agnello del Galles. Devo dire che la fama è più che dovuta; carne morbidissima e grasso che si scioglie in bocca…da provare…..più volte!!!!
Film horror e tutti a nanna……

SABATO 6 AGOSTO 2011: Rhayader

Sveglia verso le 9:30…cielo coperto….facciamo colazione….no!!!!!!! E’ finita la nutella!!!!!! Queste sono le tragedie della vita……rimedieremo più tardi al supermercato….
Facciamo un bel giro in centro e nel frattempo torna anche il sole. In un negozietto troviamo la mozzarella di bufala italiana e la compriamo per stasera, quando Matteo preparerà la pizza con il nostro nuovo fornetto.
La giornata scorre tranquilla…Matteo a pescare e io al sole e su Internet (il campeggio ha la wi fi gratuita)……..
Stasera festeggiamo Matteo che finalmente ha pescato: una trota fario……altre 4 sono riuscite a scappare…..
Tutto contento prepara focaccia e pizza con il fornetto….davvero buone!!!!
Dopo cena, facciamo una lunga passeggiata accanto al fiume con Sparky. Anche oggi un’altra bella giornata!

DOMENICA 7 AGOSTO 2011: Rhayader – Builth Wells Km: 24

Oggi ci sposteremo di poco, circa 25 km, a Builth Wells, al WhiteHouse Camping. La cittadina non è molto viva, ma pensiamo sia perché è domenica ed è tutto chiuso. Matteo compra il permesso di due giorni per pescare, e nel pomeriggio và al fiume a cercare di catturare qualche pesciolino.
Io prendo un paio d’ore di sole, ma poi arriva all’improvviso un temporale e mi rintano in camper con Sparky.
Verso le 18:30 torna Matteo…senza alcuna preda….
Visto il tempo, ci consoliamo preparando delle lasagne al ragù con il nostro fornetto. Gnam gnam!!!

LUNEDI’ 8 AGOSTO 2011: Builth Wells

Sveglia alle 9. Oggi per la prima volta decidiamo di fare colazione fuori.
Per fortuna oggi è tutto aperto e la cittadina ha ripreso vita. Siamo attratti dal Cafè Fontana, un piccolo localino con tavolini di legno, e con un piccolo cortile pieno di tromp l’oeil raffiguranti il mare.
Gustiamo un’ottima colazione salata con uova, bacon, fagioli e pane tostato; l’unica pecca è il caffè ultra lungo e acquoso.
Entriamo nei vari negozietti, ma mi soffermo in un negozio di casalinghi, dove trovo a poco prezzo delle tortiere e stampi per mini muffin. In una macelleria compriamo un po’ di carne; costa davvero poco. Per 12 euro compriamo: 4 salsicce di maiale – 2 bistecche di maiale – 2 costolette di agnello – 2 hamburger di agnello e 2 di manzo – 1 pezzo di formaggio Pearl Las (come un gorgonzola ma duro)
Torniamo al camper per pranzare. Il pomeriggio trascorre come ieri.
Sono stati 2 giorni di assoluto relax, forse troppo per i miei gusti. La cittadina è carina, ma se non fosse stato per Matteo che voleva pescare, non ci saremmo fermati più di mezza giornata.

MARTEDI’ 9 AGOSTO 2010: Builth Wells – Crickhowell Km: 65

Stamattina ci svegliamo con un bel sole caldo; facciamo colazione e poi partiamo per Hay-on-Wye.
Imbocchiamo la A470 e poi la B4350. Lungo la strada incrociamo un cartello che segnala nelle vicinanze una galleria-negozio di articoli artigianali e decidiamo di andare a curiosare. Il posto si chiama:

Erwood Station
http://www.erwood-station.co.uk/

Si tratta di una vecchia stazione ferroviaria accanto al fiume, dove artisti e artigiani locali espongono i loro lavori. A gestirlo è un giovane ragazzo che ci spiega che spesso gli artisti fanno delle dimostrazioni e che organizzano anche concerti musicali. Ci sono anche un piccolo caffè e un’area pic-nic. Di sicuro una piacevole deviazione.
Riprendiamo la strada per Hay-on-Wye, dove vi giungiamo verso le 11.
C’è un gran parcheggio segnalato in Oxford Road. La cittadina è famosa per i molteplici negozi di libri usati, il primo dei quali è stato aperto da Richard Booth negli anni ’60, per cercare di aumentare l’economia del posto. Ad oggi è considerata la capitale mondiale dei libri usati, e dal 1988 ogni anno è confermata dal festival della letteratura e cultura; una sorta di “Woodstock della mente”.
Ma il centro della cittadina, che si snoda in vicoli stretti e colorati, non è solo libri, ma anche negozi di antiquariato, gallerie d’arte, design, giochi, caffè, ristoranti, ecc... insomma un ‘isola felice per chi come me, ama curiosare e fare shopping.

Segnalo in particolare un negozio di articoli da regalo e per la casa originali:

Chattels
3 Market Street

Mi concedo uno spuntino in un localino davvero carino, che è annesso a una gastronomia ben fornita. E’ tutto rosa, stile anni ’50 con bolle nere disegnate sui muri. Compro un muffin gigante ai frutti rossi e cioccolato bianco, ancora tiepido…..oh mamma mia, quant’era buono!!!!

Hai Deli
41 Lion Street

Uno dei tanti negozi di libri usati

Matteo e Sparky mi seguono passo dopo passo mentre entro in quasi tutti i negozi. Per farmi perdonare li porto a pranzo in un locale segnalato dalla guida.

Granary
Broad Street

E’ un posto davvero carino (uno dei pochi che accetta i cani); in stile ristorante di campagna, con due enormi lavagne dove leggere il menù del giorno, con una parte dedicata ai vegetariani.
Proviamo in due un piatto della tradizione gallese, il “Rarebit”, un toast al formaggio ma che viene cosparso di un ingrediente segreto il cui gusto ricorda una birra leggermente amara, servito con un’insalata mista. A seguire Matteo sceglie uno spezzatino di manzo con verdure e patate mentre io ordino uno stufato di carne di maiale con salsa di porri e prugne. Con acqua circa 30 euro. Buono!
Verso le 15 lasciamo questa piacevole cittadina, e ci dirigiamo a Crickhowell, dove ci fermeremo per due giorni, prima sulla B4350 e poi sulla A479. La guida segnala il campeggio Riverside, a 5 minuti dal centro. Il posto è molto tranquillo e vicino al fiume. La cosa da segnalare è che è vietato ai minori di 18 anni.
Facciamo un giro di perlustrazione per il centro, e poi torniamo in campeggio. Lavatrice, sole, e per cena BBQ.
Appena fuori dal campeggio, a ridosso del fiume, c’è un bel parco dove far scorrazzare Sparky senza guinzaglio, e dopo cena ci passiamo un’oretta. Poi ci rintaniamo nel camper a guardare un filmetto.

MERCOLEDI’ 10 AGOSTO 2011: Crickhowell

Sveglia alle 9:30. Mentre io porto Sparky a fare il giretto, Matteo prepara la colazione. Il cielo è leggermente nuvoloso, ma per fortuna ora che mi preparo per uscire a girare i negozi, risplende il sole. Ci sono dei negozietti davvero carini. Mi soffermo in un piccolo negozio che vende libri e giocattoli, e compro qualcosa per Natale.

Book.Ish
23 High Street

http://www.book-ish.co.uk/

Crickhowell

C’è un grande negozio di casalinghi e anche qui compro un po’ di cosine. C’è una panetteria con un sacco di dolci e tipi di pane….e non mi faccio certo pregare….

Askew’s Family Bakery
High Street

Faccio un po’ di spesa di verdura e poi torno al campeggio. La piacevole sensazione che mi trasmette il Galles è di conoscere già tutti; qualsiasi persona incroci ti saluta con un sorriso.
La giornata scorre rilassatamente fino all’ora di cena. Gi gustiamo l’ultimo BBQ delle vacanze, poi facciamo un bel giro sul fiume e ci divertiamo a giocare a frisby con Sparky.

GIOVEDI’ 11 AGOSTO 2010: Crickhowell – Chepstow Km: 57

Oggi sarà il nostro ultimo giorno in Galles; domani pomeriggio abbiamo il traghetto da Dover.
Ci svegliamo tardi, verso le 10. Il tempo è bello; facciamo colazione e poi partiamo per Chepstow. Arriviamo verso le 12:30 e parcheggiamo al castello, che si trova praticamente in centro.
Vista l’ora ci regaliamo un pranzo in un pub segnalato dalla guida:

Boat Inn
The Back

Il pub si trova di fronte al fiume. All’esterno hanno tanti tavoli, ma noi decidiamo di mangiare dentro, visto che possiamo entrare con Sparky. E’ un bel pub su due piani, con un bel bancone dove fare direttamente l’ordine. Ci mettiamo in un piccolo tavolino, ma ci sono anche dei divanetti, dove si può mangiare.
Ordiniamo due sandwiches con anatra, cetriolo e salsa agrodolce. Per secondo: petto di pollo avvolto nella pancetta con salsa di pomodoro e basilico su purè di patate con asparagi saltati – filetto di salmone arrosto con carote arrosto e purè di pastinaca (una via di mezzo tra patata e sedano rapa) con salsa di miele e zenzero. Con acqua e cidro, circa 45 euro. Cibo ottimo e ben servito!!!
Usciti dal pub facciamo un giro per Chepstow e rimaniamo piacevolmente colpiti dalla sua vitalità, dai tanti pub e caffè e dagli originali negozi….tutto molto colorato e ricco di fiori.
Molto belli due negozi di oggettistica per la casa:

Country Clutter
2 St Mary Street

NO. 3
3 St Mary Street

http://no3designs.co.uk/No3/about.asp

Tornati al parcheggio fotografo il castello solo da fuori, poi andiamo al Tesco e facciamo l’ultima spesa, ovvero la scorta per casa di tutte quelle cose che in Italia non si trovano. Terminata la spesa, siccome sono le 17 passate, andiamo al campeggio Beeches Farm che avevo trovato in internet. Per arrivarci percorriamo la B …..e poi lungo la strada troviamo indicazioni per Beeches; una strada sterrata di circa 2 km e poi arriviamo alla farm. Il posto è grande, con un prato enorme a ridosso di una vallata. Ci piazziamo con il camper e ci godiamo l’ultima serata in Galles. Matteo prepara per cena un ottimo risotto allo zafferano, e dopo ci facciamo un sacco di risate con il film “Daddy sitter”…..pensavo ci venisse una paresi per le risate……

VENERDI’ 12 AGOSTO 2011: Chepstow – Autogrill in Belgio Km: 567

Stamattina sveglia alle 7, facciamo colazione e verso le 8:30 partiamo per Dover.
Dopo poco percorriamo il Severn Bridge, che separa il Galles dall’Inghilterra, e scopriamo che non si paga, mentre all’andata c’era il pedaggio. La strada è trafficata ma scorrevole, e verso le 13 siamo a Dover.
Ci pargheggiamo lungo il mare in attesa di andare al traghetto, e nel frattempo pranziamo e facciamo un giro lungo la promenade. Il traghetto ci sarebbe alle 18:20 e noi dovremmo essere lì un’ora prima per Sparky, ma verso le 15:30 andiamo a chiedere se possiamo imbarcarci prima, e fortunatamente ci fanno prendere il traghetto delle 16:20. Sbarchiamo a Calais alle 19 ora locale (1 in più) e ci mettiamo subito in viaggio. La nostra meta per domani sarà l’Alsazia (che conosciamo bene perché sono anni che ci fermiamo sempre dopo le vacanze) e oggi vorremmo portarci avanti con i km, visto che ne mancano quasi 700. Passiamo sempre dal Belgio e dal Lussemburgo, per evitare costi di autostrada in Francia. Percorriamo circa 250 km e poi verso le 22 ci fermiamo in un autogrill in Belgio.

SABATO 13 AGOSTO 2011: Autogrill in Belgio – Ribeauville Km: 472

Sveglia alle 8 e colazione all’autogrill con croissant e pain au chocolat.
Partiamo ma dopo pochissimo ci troviamo bloccati in autostrada per lavori in corso; ci fanno uscire e deviare su strade interne e così perdiamo quasi un’ora in coda. Ci rimettiamo in moto; per pranzo ci fermiamo al Mc Donald’s e verso le 16 siamo in Alsazia, a Ribeauville. Troviamo posto nell’area di sosta, a due minuti dal centro. Piazziamo il camper e sotto il caldo cocente, facciamo un giro per il paesino. Segnalo una pasticceria che sembra una gioielleria e i dolci sono davvero incredibili:

GILG
grand-rue (angolo con rue des tanches)

http://www.patisserie-gilg.com/

Dopo un’oretta torniamo al camper perché il caldo è davvero insopportabile; c’eravamo abituati bene in Galles con il venticello. Accendiamo subito l’aria condizionata, aspettando che l’ondata di caldo si affievoli. Cena, passeggiata e nanna.

DOMENICA 14 AGOSTO 2011: Ribeauville – Cantù Km: 389

La notte è trascorsa bene, e per fortuna il caldo è diminuito. Ci svegliamo con una bella giornata e verso le 9 lasciamo l’area di sosta e ci spostiamo a Riquewihr. Troviamo parcheggio in uno spiazzo a 5 minuti dal centro. Piazziamo il camper e andiamo a fare colazione in una buona pasticceria.
Gironzoliamo per i negozi, e a mezzogiorno andiamo a pranzo in un ristorante che conosciamo bene:

Restaurant-Winstub La Grappe D’or
1 rue des Ecuries Seigneuriales

http://www.restaurant-grappedor.com/

Gustiamo due specialità locali, ovvero baeckaoffa “maison” con carne di maiale, carote, patate e vino bianco e baeckaoffa d’escargot con lumache, carote, patate, vino e panna; entrambe servite nelle tipiche pentole di coccio.
Con acqua e birra 34 euro. Assolutamente da riprovare!
Verso le 14 lasciamo l’Alsazia per tornare a casa, a Cantù.

Alle 19 siamo a casa. E’ finita!

ALCUNE FOTO DI DOVE ABBIAMO DORMITO

Farm ad Aberbran

Farm a Nolton
Campeggio a Fishguard

Farm vicino Llangelynin
Campeggio a Bala

Farm ad Aberdaron
Farm a Llanidloes

Campeggio a Rhayader
Campeggio a Crickhowell

INFORMAZIONI:

Abbiamo utilizzato la guida della LONELY PLANET; in rete ci sono pochissimi diari di camperisti, e sono anche poco descrittivi.

Purtroppo il Galles non è provvisto di servizi per i camper; inoltre non è possibile dormire in nessun parcheggio, perciò bisogna sempre appoggiarsi ai campeggi.
Per fortuna sono tantissimi, e per tutte le tasche; ci sono anche molte fattorie.
L’unico difetto è che molti non sono provvisti di tombino per lo scarico delle acque, quindi bisogna armarsi di forza e coraggio e scaricarle con i secchi.
Per elenco campeggi dettagliato:
http://www.ukcampsite.co.uk/sites/county.asp?region=Wales
http://www.stayinwales.co.uk/accommresults.cfm?accommtype=campsite

Il diesel si è aggirato tra: 1,42 e 1,48 sterline (1,64 e 1,70 euro).

Il Galles ha prezzi abbastanza bassi per il mangiare, quindi si può partire senza riempire il camper.
Soprattutto la qualità della carne è eccezionale. Ci sono tantissimi supermercati e molti sono aperti 24h su 7 giorni.
Anche i ristoranti e i tanti take-away sono accessibili. I Fish & Chips costano a porzione (abbondante) dalle 4 alle 7 sterline (max 9 euro).

La gente del posto è molto gentile e soprattutto ama chiacchierare. Non si sentono per nulla inglesi, e questa loro patriottismo lo manifestano conservando ancora l’uso del gaelico, che abbiamo spesso riscontrato in molti paesi, sia dai bambini sia dagli anziani.

Una bombola di gas da 30 litri a noi è stata più che sufficiente. Il riscaldamento l’abbiamo acceso poche volte.Il tempo è stato buono, spesso soleggiato e con temperatura dai 22 ai 28°, sempre ventilato.

Il CADW è l’ente che gestisce la maggior parte dei monumenti. Si può acquistare il pass di 3 o 7 giorni. Noi non l’abbiamo acquistato perché non sapevamo bene il giro che avremmo fatto. Sul sito sono segnalati tutti i monumenti in cui possono accedere anche i cani, e sono parecchi. L’unica pecca è che non hanno l’audio guida, cosa che ho trovato veramente utile e interessante in Scozia.

Nella maggior parte delle spiagge, dal 1 maggio al 30 settembre, i cani non possono accedervi.

I parcheggi sono ben segnalati. In molti vige il divieto per mezzi oltre le 2,5 T, ma abbiamo comunque parcheggiato e per fortuna non abbiamo preso la multa, che in tutto i parcheggi era di 30 sterline.
La scritta “No Overnight” compare sempre; abbiamo trovato alcuni parcheggi lungo la costa con tanti camper fermi per la notte. In alcuni parcheggi, alla macchinetta chiedono il numero di targa, che poi verrà stampato sul biglietto; questo per evitare che si possa regalare il biglietto ad un altro mezzo.

Tutte le strade e autostrade sono gratuite (anche in Inghilterra).
Le strade secondarie non sono bellissime; parlo delle stradine segnalate in bianco sull’atlante e senza nome.
Spesso all’imbocco mettono il cartello “insufficiente per mezzi lunghi”. A differenza della Scozia non hanno “passing place” ed è per questo che non sono percorribili se non dalle auto.
Le strade con la lettera B sono facilmente percorribili; l’unico problema sono le piante che ricadono verso il basso, creando con entrambi i lati un arco e di conseguenza c’è il rischio di graffiare il camper e di prendere dentro pannello solare o parabola.

CONSIDERAZIONI PERSONALI:

Siamo partiti per il Galles con grandi aspettative, dopo aver visto l’anno scorso la Scozia, e forse questo continuo paragone non ci ha fatto apprezzare a pieno questo paese.
Di sicuro non è un posto facile da girare con il camper, per via delle strade molto strette e degli scarsi parcheggi; e per questi motivi molte cose non abbiamo potuto visitarle.
Anche il fatto che non ci sia campeggio libero, come in Scozia, è sicuramente un punto a sfavore, e un costo ulteriore.
Nonostante ciò, i monumenti visitati sono ben conservati e ci hanno coinvolto e attratto molto.
La costa del Pembrokeshire e la Llyn penisola sono i luoghi che più ci hanno colpito, per le scogliere selvagge, le spiagge e l’acqua cristallina, e i colorati paesini di mare…..tutto ciò con il calore e i sorrisi dei gallesi, splendide persone sempre pronte e fare due chiacchiere o a darti una mano……..
Sicuramente ci torneremo per visitare l’isola di Anglesey e la costa del nord.

CARBURANTE

Località

Marca

Valuta

Costo         litro
valuta        euro

Litri

Imp. valuta

Imp. euro

Bellinzona (Svizzera)

Shell

Franco

1,945

1,692

49,87

96,99

84,39

Froyennes (Belgio)

Q8

Euro

 

1,472

50,27

 

74,00

Francia

TD

Euro

 

1,470

51,02

 

75,00

Reading (Inghilterra)

BP

Sterlina

1,478

1,695

50,81

75,10

86,13

Penisola di Gower (Galles)

Texaco

Sterlina

1,448

1,654

43,52

63,02

71,99

St. David’s (Galles)

Texaco

Sterlina

1,427

1,647

31,53

45,00

51,95

Porthmadog (Galles)

Prysore

Sterlina

1,449

1,679

35,23

51,06

59,16

Rhayader (Galles)

Texaco

Sterlina

1,439

1,673

35,36

50,89

59,19

Eastbound M25 (Inghilterra)

 

Sterlina

1,469

1,684

55,54

81,60

93,52

Aire Cappellen Sud (Lussemburgo)

 

Euro

 

1,129

57,00

 

64,35

Lucerna (Svizzera)

Avia

Franco

1,815

1,760

20,00

36,30

35,20

TOTALE CARBURANTE                                                                                                                754,88

 

VISITE PER 2 ADULTI

Descrizione/Località

Imp. sterlina

Imp.euro

Tintern Abbey (cani accettati – CADW)

                          7,60

                       8,71

Raglan Castle (cani accettati – CADW)

7,00

8,03

Kidwelly Castle (cani accettati – CADW)

                7,00

8,07

Criccieth Castle (cani accettati – CADW)

6,40

7,41

TOTALE VISITE                                                                                                                            32,22

TRAGHETTI

Località

Note

Imp. euro

Calais-Dover  - Dover-Calais
P&O FERRIES http://www.poferries.com

2 adulti - camper da 7mt - cane

                        186,00  

TOTALE TRAGHETTI                                                                                                                    186,00

PEDAGGI E PARCHEGGI

Descrizione/Località

Imp. sterlina

Imp. euro

Autostrada Francia:  Strasbourg – Sarreguemines

 

9,20

Severn Bridge

5,70

6,53

Ponte da Pembroke a Neyland

0,75

0,86

Autostrada Francia: Sarreguemines – Strasbourg

 

6,30

Park Brecon - 2 ore

1,00

1,15

Park Abergavenny – 3 ore

1,30

1,50

Park Carmarthen – tutto il giorno

2,00

2,30

Park Pembroke – 2 ore

0,40

0,46

Park Manorbier Castle – 1 ora

1,00

1,15

Park Sandersfoot – 3 ore

3,00

3,46

Park Tenby – 2 ore

0,60

0,69

Park Bishop Palace a St. David’s – 2 ore

0,60

0,69

Park Cenarth – tutto il giorno

2,50

2,88

Park Porthmadog – 2 ore

1,50

1,73

Park Dolgellau – 2 ore

1,00

1,15

Park Rhayader

1,00

1,15

Park Hay-On-Wye – 4 ore

2,00

2,30

Park Chepstow – 4 ore

2,00

2,30

TOTALE PEDAGGI E PARCHEGGI                                                                                                  45,80

 

CAMPEGGI

Nome/Località

Note

Imp. sterlina

Imp. Euro

Monnow Bridge – Monmouth

2 adulti – camper – cane - elettr.-docce - carico/scarico wc
1 notte

14,00

16,05

Aberbran Fach Farm – Aberbran

2 adulti – camper – cane - docce carico/scarico wc
1 notte

14,00

16,05

Pitton Cross – Rhossili (Penisola Gower)
http://pittoncross.co.uk/

2 adulti – camper – cane - elettr.-docce - carico/scarico wc
2 notti

51,90

59,30

Well Park - Tenby
www.wellparkcaravans.com/

2 adulti – camper – cane - docce carico/scarico wc
1 notte

21,00

24,21

Farm a Nolton
N 54° 49.537’ W 5° 06.442’

2 adulti – camper – cane                    1 notte

10,00

11,53

Fishguard Bay - Fishguard
http://fishguardbay.com/

2 adulti – camper – cane - elettr.
docce-carico/scarico wc                      1 notte

27,00

31,17

Farm vicino Llangelynin
N 52° 37.980’ W 4° 07.060’

2 adulti – camper – cane
docce-carico/scarico wc                      1 notte

20,00

23,09

Pen Y Bont – Bala
http://www.penybont-bala.co.uk/

2 adulti – camper – cane - elettr.-docce - carico/scarico wc
2 notti

43,00

49,65

Farm Morfa Mawr – Aberdaron
(Llyn Penisola)
N 52.804098 W 4.707170

2 adulti – camper – cane  - docce             1 notte

10,00

11,58

Farm Dol Llys – Llanidloes
http://www.dolllyscaravancampsite.co.uk

2 adulti – camper – cane  - docce            
carico/scarico wc   
1 notte

13,00

15,05

Wyeside Camping – Rhayader
http://www.wyesidecamping.co.uk/

2 adulti – camper – cane - docce - carico/scarico wc
2 notti

34,00

39,37

Whitehouse Camping – Builth Wells
http://www.whitehousecampsite.co.uk

2 adulti – camper – cane - elettr.-docce - carico/scarico wc
2 notti

40,00

46,52

Riverside – Crickhowell
www.riversidecaravanscrickhowell.co.uk/

2 adulti – camper – cane - elettr.-docce - carico/scarico wc
2 notti

30,00

34,73

Beeches Farm – vicino a Chepstow
www.beechesfarmcampsite.co.uk

 

2 adulti – camper – cane
docce-carico/scarico wc                      1 notte

12,00

13,89

Area sosta camper – Ribeauville (Francia)

Dalle 16 alle 9 del giorno dopo
Acqua-scarico-wc

 

4,50

TOTALE CAMPEGGI                                                                                                                    396,69

TOTALE COSTI (ESCLUSO CIBO E SOUVENIR)                                                                         1.411,09


Copyright © 2001-2018 Taccuinodiviaggio.it - autorizzazione Tribunale di Roma n 206/07 - tutti i diritti riservati
Tutti gli articoli e i testi firmati presenti in questo sito sono protetti dalla legge 633/1941 sul diritto d’autore